Collane Di Venere: Lotta Contro La Forza Di Gravità!

Collane di venere: lotta contro la forza di gravità!

No, non ho pensato di darmi all’artigianato… state tranquilli! Le collane di Venere sono quelle simpatiche rughe che circondano il collo quando gli anni passano e la lotta contro la forza di gravità risulta sempre più difficoltosa.

“Cerco un centro di gravità permanente che non mi faccia mai cambiare idea sulle cose, sulla gente.” (Franco Battiato)

Collane di Venere: cosa sono?

Le collane di Venere non sono vere e proprie rughe, ma striature più o meno profonde aventi una formazione ad anello che si formano a causa non solo dell’età ma date anche da fattori costituzionali (e come al solito il DNA la fa da padrone!). Essendo ereditarie, è difficile combatterle e porvi rimedio, si può ritardarne la comparsa ed attenuarne parzialmente la visibilità.

Collane di Venere: come prevenirle?

Si può prevenire le collane di Venere agendo su più fronti:

  • nel detergere innanzitutto una parte delicata come il collo, dove la pelle è più sottile e sensibile,  detergendo con un latte cremoso e nutriente e massaggiando in senso circolare. Procedere picchiettando con un tonico e applicando una buona crema idratante dall’alto potere elasticizzante. In queste operazioni evitare movimenti troppo energici che sottopongono la pelle ad un eccessivo stress meccanico.
  • Non dormendo rannicchiati con la testa appoggiata sul petto, ma cercando di mantenere una posizione supina e distesa, eliminando il cuscino o scegliendone uno molto basso.
  • Evitando nel momento in cui si cammina, si scrive, si legge o si è di fronte ad un terminale di tenere la testa chinata (ne gioveranno anche cervicale, spalle e schiena!).

Collane di Venere: anche integratori e alimentazione fanno la loro parte!

La solita alimentazione ricca di acidi grassi Omega 3 ed Omega 6 è ciò che serve per rendere nutrita ed elastica la pelle. Quindi andremo ad arricchire la nostra tavola con pesce azzurro, semi di lino e frutta secca, alghe, legumi, cereali, verdure a foglia verde, soia e germogli.

Possiamo integrare il tutto con il macerato glicerico di ribes nero e l’estratto di centella. Miglioreranno l’idratazione cutanea e stimoleranno la produzione di collagene.

La pelle del collo risulterà più liscia, elastica e compatta.

Collane di Venere: un pò di ginnastica!

È consigliabile, per prevenire questo inestetismo, ritagliarsi ogni giorno uno spazio di tempo nel quale effettuare i seguenti esercizi:

  1. flettere la testa verso il basso, avvicinando il mento al petto. Eseguire il movimento contando fino a quattro. Sempre in quattro tempi piegare la testa, lentamente, verso l’alto, cercando di spingerla il più indietro possibile.
  2. Ruotare la testa in quattro tempi, prima verso destra e poi verso sinistra.
  3. In otto tempi, eseguire un’intera circonduzione della testa sempre prima verso destra e poi verso sinistra.

Collane di Venere: e se compaiono prematuramente?

Essendo di origine costituzionale, questo inestetismo può comparire molto precocemente. E’ sconsigliato però intervenire per via chirurgica in giovane età. Quel che si può fare è optare per trattamenti cosmetici in grado di aumenta la produzione di collagene e dall’elevato potere riempitivo.

Ma soprattutto è importante imparare, come sempre, ad amarsi ed accettarsi di più. Vestiamoci di un bel sorriso… guarderanno il viso e si dimenticheranno del collo! 😉

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *