Radicali Liberi: Nemici N. 1 Della Pelle!

Radicali liberi: nemici n. 1 della pelle!

Non mi riferisco nè a Pannella nè alla Bonino… i radicali liberi sono molecole o atomi particolarmente reattivi che contengono almeno un elettrone che ha deciso di andarsene in sostanza per i fatti propri!

“Attaccare o fuggire fanno parte dello scontro. Quello che non appartiene alla lotta è restare paralizzati dalla paura.” (Paulo Coelho)

Radicali liberi: cosa sono?

Parliamo di molecole  reattive ed instabili che si formano nel momento in cui una molecola di ossigeno, sottoposta a radiazioni e agenti nocivi, si “rompe”, perdendo parte della sua carica elettrica.
A questo punto cerca di collegarsi alle altre cellule nel tentativo di ripristinare lo stato originario. Nel momento in cui si verifica l’azione del radicale si scatena una reazione a catena che porta al danneggiamento delle varie cellule (e di conseguenza degli organi colpiti), facendole invecchiare precocemente o danneggiandone in maniera importante la struttura. 

Questo processo si parla di stress ossidativo.

Radicali liberi: quale la causa?

Normalmente in condizioni normali il numero di radicali liberi risulta essere in equilibrio con la quantità di anti-ossidanti presenti nell’organismo in grado di contrastarne l’azione.

Esistono perciò  delle condizioni in cui si può generare un divario:

  • fumo;
  • droghe;
  • agenti inquinanti;
  • farmaci;
  • alcool;
  • alimentazione scorretta (cibi raffinati, additivi, conservanti, transgenici, fritture, grigliate etc.);
  • radiazioni UV;
  • radiazioni ionizzanti;
  • campi elettromagnetici;
  • stress;
  • eccessiva attività fisica;
  • parassiti;
  • virus;
  • problemi al sistema immunitario

Radicali liberi: quali danni causano?

Nel momento in cui si ha un eccesso di rilascio di radicali liberi, si possono verificare nell’organismo che ne è soggetto danni più o meno rilevanti:

  • invecchiamento precoce della pelle;
  • patologie cardiovascolari;
  • aumento del colesterolo LDL nel sangue;
  • aterosclerosi;
  • malattie neuro degenerative (Parkinson, l’Alzheimer e la sclerosi laterale amiotrofica);
  • sviluppo di cellule tumorali;
  • asma e broncopatia ostruttiva;
  • patologie renali;
  • artrite reumatoide;
  • degenerazione maculare e cataratta.

Radicali liberi: come contrastarli?

L’unico modo per contrastarli è incrementare l’apporto di molecole antiossidanti all’interno del nostro organismo. Questo può essere fatto prima di tutto con un’alimentazione corretta, poi con l’utilizzo di integratori ed infine tramite rimedi fitoterapici.

Radicali liberi: cosa mangiare?

Come detto precedentemente un’alimentazione basata sull’assunzione di cibi raffinati, lavorati, ricchi di conservanti ed additivi, grassi idrogenati, transgenici o cotture non corrette liberano radicali. Ma noi possiamo invertire il processo ossidativo portando in tavola:

  • spinaci: soprattutto  cotti;
  • pere: a crudo senza buccia, sono un ottimo rimedio contro le rughe;
  • mirtilli: efficacissimi per contrastare i segni dell’età e migliorare la circolazione;
  • melanzane: utilissime per ridurre il diffondersi dei radicali liberi in quanto ricche di flavonoidi;
  • kiwi: ricchi di polifenoli, in grado di proteggere dall’invecchiamento e dalle malattie degenerative;
  • cipolle rosse;
  • carciofi: contengono sostanze in grado di rendere la pelle più tonica e vitale;
  • peperoni rossi: ricchi di  vitamina C ;
  • cioccolato: antiossidante potentissimo, prediligete il fondente extra senza zucchero, tenendo conto dell’apporto calorico;
  • avocado.

Radicali liberi: quali gli integratori assumere?

Le sostanze che hanno una maggiore efficacia nel combattere lo stress ossidativo sono le seguenti:

Radicali liberi: rimedi fitoterapici.

Il regno vegetale per aiutarci ci viene incontro mettendoci a disposizione:

  •  il Ginkgo biloba (ricco di flavonoidi);
  • il Cardo mariano (presenta come antiossidante la silimarina);
  • le alghe (ricche di minerali e oligoelementi antiossidanti (zinco, selenio, rame, ferro, manganese, iodio), di vitamine (C, gruppo B);
  • le foglie di Olivo (contenente gli oleuropeosidi).

Radicali liberi: il ruolo dei cosmetici.

Conseguentemente ad uno stress ossidativo la pelle diventa asfittica, senescente, avizzita  perciò sarà necessario agire anche dall’esterno. Importantissimo sarà selezionare creme anti-age ricche di sostanze quali la vitamina C, la vitamina E.

 

A questo punto siete tutti pronti per lo scontro finale? Alla carica! 😉

This Post Has One Comment

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *